logo HerbieHome

BanditDevis

 

Quest'anno sono in ritardo con la preparazione atletica, a causa di problemi di salute. Niente di grave, ma mi hanno obbligato a 5 mesi di riposo evitando sforzi. Forse s'incominciano a sentire il peso degli oltre 40 anni. Ufficialmente il campionato Triveneto ha chiuso, ma in alternativa ci sono altri campionati in sostituzione. Il problema è che ci sono gare a 450 km da casa e quindi mi viene troppo impegnativo potervi partecipare, a causa delle spese per le trasferte. In Friuli zero gare, quindi non posso neanche bilanciare le spese tra le gare vicine e lontane. Mi rimane, come sempre Jesolo e Pomposa, anche se a tre ore da casa. Quindi, ho deciso di partecipare ai vari campionati, come wild card. Ogni gara sarà a sè e non dovrò preoccuparmi di perdere punti per il campionato.

Prima di campionato Supermoto Italian Trophy - Jesolo 17 Aprile 2016

Mi presento il sabato per togliere un pò di ruggine alla moto e a me. Comincio cauto come sempre. Ho cambiato la tuta, perchè dopo le ultime due cadute sotto la pioggia, la pelle si è strappata in diversi punti. Finalmente sono ritornato alla tuta traforata ed è perfino in tinta con il casco...

Sistemo l'assetto, in quanto avevo la taratura delle uscite enduro di questo inverno. Ritrovo me stesso e la moto. Cambio la gomma posteriore per migliorare le cose. Giro bene, ma sento la moto che sale di giri, senza darmi una bella spinta....slitta la frizione....Non ho i ricambi necessari e gli attrezzi giusti e decido di ritornare a casa....Il pacco dischi è del giusto spessore, quindi potrebbe essere un problema al meccanismo antisaltellamento. Non riesco a risolvere il problema in tempo per la seconda gara del Trofeo Italiano Suzuki, in programma a Pomposa il 24 aprile....

Supermoto Italiano/Triveneto - Jesolo 18 Giugno 2016

Mi presento al sabato per le prove libere, ma la bella giornata invoglia tutti ad andare al mare e quindi ci impiego una vita per arrivare in pista. Siamo sotto l'organizzazione del campionato italiano e devo capire come funzionano le cose. La pista è stata modificata con una chicane prima del traguardo. Le prove sono a turni e questo condiziona il lavoro di preparazione che devo fare. La frizione funziona bene per tutto il pomeriggio, quindi decido di partecipare anche alla gara.

Per partecipare all' Italiano Open, sarei obbligato ad usare le gomme Goldentyre, ma dovrei provarle e stravolgere la moto, quindi decido di partecipare alla S2, frequentata da dei brutti clienti... In questo campionato le prove libere sono con le qualifiche e questo mi da molti problemi per settare la moto. Ho un brutto chattering all'anteriore e non riesco a percorrere le curve in sicurezza. Non va molto bene e per un sistema di classifica tra i diversi turni, mi ritrovo nel gruppo A partendo dalla diciannovesima posizione, anche se il mio tempo non era dei peggiori. Mai partito da così lontano. Rientrato ai box provo a sfilare le forcelle e qualche click per migliorare la situazione disastrosa della moto. Mi sembra di non averla mai guidata.

Pronto sullo schieramento. Vedo i primi con il binocolo. Recupero qualche posizione in partenza. La moto è migliorata, ma in certe curve devo rallentare, perchè altrimenti mi scappa l'anteriore. Concludo in quattordicesima faticando molto.

In gara due parto meglio e tengo un buon passo. Durante il recupero, mi ritrovo a percorrere lo sterrato insieme a Rigon in due traiettorie parallele e nella speranza di sorpassarlo cadiamo in contemporanea, come le comiche. Ci rialziamo insieme e approfittando della sua stanchezza gli rubo la posizione sul finale e concludo in sedicesima. Scopro che i partecipanti al Triveneto non appaiono sulla lista dei tempi. Tutte le classifiche dell' italiano esposte, mentre le nostre ho dovuto girare 4 posti e perdere più di mezz'ora per sapere solo il risultato del podio. Complimenti al nuovo campionato Triveneto.... La peggior gara a cui ho partecipato negli ultimi 9 anni.... Pagare per non sapere ne la classifica, ne i tempi... Continuate così, siete sulla buona strada... Mi conveniva fare la amatori, pagare meno e avere tempi e risultati...

 

Jesolo1 Jesolo2 Jesolo3

 

Supermoto Triveneto - San Bonifacio 31 Luglio 2016

La gara è in un piazzale del palazzetto, dove hanno allestito una bella pista con 500mt di sterrato e 700 di asfalto. Sterrato tecnico molto bello con sponde veloci e salti da fare in sicurezza. Asfalto lento e tortuoso e dov'è molto difficile sorpassare. Dopo l'esperienza negativa della scorsa gara del Triveneto, decido di dare i miei soldi al Trofeo San Bonifaciese e non a loro. Il sabato mi preparo bene, facendo attenzione a regolare tutto bene per non trovare sorprese. Mi trovo a mio agio e veloce, anche se il caldo toglie il fiato.

Domenica, poco prima della partenza, comincia a piovere e l'organizzazione, per problemi di sicurezza, decide di non far correre con l'acqua. Attendiamo che la pista si asciughi ed entro con una rain all'anteriore. La terra si attacca ovunque, ma si sta in piedi. Decidono di fare libere e qualifiche in un unico turno. Le scelte fatte vanno bene e mi posiziono in quinta posizione su 24 partecipanti al Trofeo. Esce il sole e si asciuga bene, lasciando proprio uno sterrato perfetto ed un asfalto sporco... Rimetto la slick di ieri per non aver sorprese con il comportamento della moto, intanto su questo percorso la gomma non incide molto sul tempo.

Pronto per gara uno. Roselli parte in pole e Rigon terzo. La pista è stretta e non vedo molto spazio davanti a me per infilarmi, ma parto bene ed alla prima curva sono terzo per pochi secondi, fino a che uno non mi centra e mi fa cadere. La moto si spegne e riparto ultimo. Dopo pochi metri capisco che la gara è stata sospesa, per poter permettere al medico di soccorrere un pilota infortunato. Attendiamo sotto il sole la seconda partenza. Mi è andata bene e riprovo a ripartire bene. Ancora terzo e passo indenne la prima curva, ma alla seconda uno decide di usarmi come sponda e sono costretto ad uscire dal percorso ed a rientrare in nona posizione. Mi sento veloce, ma devo combattere per farmi strada. Faccio quattro giri per recuperare e poi sorpasso uno al giro fino a passare la bandiera a scacchi in quinta piazza. Sono contento, avevo i tempi dei primi, ma recuperare è difficile e ho spinto fino all'ultimo. Vittoria di Roselli e Rigon secondo.

In gara due mi sposto leggermente sulla destra della griglia ed allo spegnersi del semaforo sono all'interno della prima curva in seconda posizione dietro a Rigon. Bella partenza a molla ed il Suzuki non delude mai. Sullo sterrato Roselli mi infila, ma rimango incollato a loro. Sono veloce, ma durante la percorrenza di una parabolica un cretino decide di arrivarci dritto a bomba e mi centra in pieno facendomi spegnere la moto. Probabilmente ho un bersaglio sulla schiena oppure questi giovani guidano con il cervello disconnesso... Ci impiego diverse pedalate per farla riavviare e riparto a cannone passando in decima posizione dopo due sorpassi e nona al giro successivo. Dalla troppa foga per recuperare, in un tornantino faccio spegnere la moto e mi ci vuole un attimo per ritrovarmi dodicesimo. Il rimettere in moto per la seonda volta, mi toglie le forze, ma non mollo e tento un'altro recupero. Faccio diversi sorpassi e ne subisco uno all'ultimo giro per mancanza di forza per reagire, concludendo decimo e nono di giornata. Bravo Rigon per la bella vittoria. Speravo di fare meglio, per come guidavo, ma mi sono divertito molto e la pista era bella. I risultati delle gare dipendono anche dalla bravura degli avversari, che in questo caso, molti di loro avevano il cervello spento. Non sono uno facile da sorpassare, ma se lo spazio non c'è non posso evaporare sul posto.

 

Supermoto Bike and Furious - Pomposa 24 Settembre 2016

E' il momento di rifare il pistone e come sempre mi ritrovo a fare tutto di corsa, a causa del ritardo della spedizione dall' Inghilterra da Russell's Motorcycles. Il giovedì sera tutto rimontato e venerdì rodaggio. Alcune cose da regolare, ma tutto funzionante. Sarà un week-end impegnativo con due gare. Il sabato con il gruppo del forum Bike and Furious e la domenica per il SIT, Supermoto Italian Trophy. Spero che la epicondilite ai gomiti, non